RSF parte attiva di “Save Ukraine Art 22”

Martedì, 31 maggio 2022 si è svolto a Venezia l’incontro-racconto del progetto Save Ukraine Art 22, l’iniziativa tutta italiana, nata proprio a Venezia a marzo 2022 dopo l’appello di alcuni direttori di musei di Leopoli, per mettere in sicurezza le opere d’arte presenti nei musei ucraini minacciati dalla guerra.

Anche RSF è parte attiva della grande staffetta di volontariato che si è creata tra istituzioni, professionisti e imprese per la salvaguardia delle opere, mettendo a disposizione competenze, esperienza, professionalità e materiali.

RSF per SAVE UKRAINE 2022

“La nostra associazione RSF Protezione Civile, affiliata a RSF e specificamente dedicata ad interventi in condizioni di calamità, ha immediatamente dato la disponibilità di alcuni volontari a recarsi a Leopoli, per valutare la situazione e mettere a disposizione le proprie competenze in visione di necessità di messa in sicurezza e Restauro” ha dichiarato la vicepresidente di RSF Alessandra Morelli, presente all’evento insieme agli ideatori e coordinatori del progetto.

“Inoltre,” ha aggiunto “una delle nostre peculiarità, che vorremmo mettere in pratica in Ucraina, è rendere partecipe la popolazione locale nell’operatività. L’abbiamo sperimentato a Damasco soprattutto con i giovani: guidati dai nostri esperti sono un aiuto pratico fondamentale e al contempo il loro coinvolgimento ci permette di trasmettere loro la necessità della cura e salvaguardia dei beni culturali, come elemento di aggregazione e forte condivisione sociale, che aiuta a proiettare nel futuro il Paese e la vita di chi lo abita”.

RSF si sta operando proprio in questi giorni per la partenza da Roma di materiali donati necessari alla messa in sicurezza di opere in pericolo.

IL PROGETTO  SAVE UKRAINE 2022

Dopo una prima fase di Save Ukraine Art 22 per la messa in sicurezza delle opere, avviata a marzo e purtroppo ancora necessaria a causa del perdurare della guerra, l’incontro di oggi ha già aperto una visione verso il futuro, iniziando a parlare di possibilità di restauro, per un progetto che potrebbe durare anni, mantenendo operativo e ampliando il gruppo di lavoro che si è formato e, come ha sottolineato la Presidente dei Musei Civici Veneziani Mariacristina Gribaudi, facendo sistema per la diffusione di una cultura partecipativa e democratica.

Tutti valori che RSF condivide appieno e che la vede schierata in prima linea accanto agli ideatori di questo progetto d’emergenza.

Per maggiori approfondimenti www.SaveUkraineArt22.org


Commenti

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato




Logo_GDA
alinari
archeo
archeomatica