Luciano Marchetti

Ingegnere – già Dirigente del Ministero per i Beni e le attività Culturali e del Turismo

FullSizeRender-4

Laureato in Ingegneria Civile Edile all’Università degli Studi di Roma La Sapienza nel 1971, si abilita all’esercizio della libera professione nello stesso anno.

Tra il 1971 e il 1980 ricopre il ruolo di Ingegnere Dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Camerino, occupandosi principalmente di edilizia pubblica e privata.

Nel 1980 è vincitore del concorso nel ruolo degli Architetti del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali.

A partire dal 1982 è stato nominato progettista da molte amministrazioni pubbliche e dal Ministero dei Beni Culturali e Ambientali per i restauri di edifici di interesse storico-artistico, per lo studio di allestimenti museali o per la risistemazione urbanistica di luoghi di interesse culturale. Si elencano solo alcuni tra i suoi maggiori lavori: Palazzo Ducale di Urbino, Chiesa di San Filippo a Camerino, Museo di Palestrina, Pinacoteca di Brera, Area archeologica di Pompei, Piazza Pitti a Firenze

Nel 1993 viene nominato coordinatore degli interventi di ripristino del complesso degli Uffizi e degli immobili demaniali dall’attentato di Via dei Georgofili a Firenze.

Ha ricoperto diversi e importanti ruoli per il recupero dei beni culturali e ambientali a seguito delle emergenze sismiche in Italia: nel 1997 è Vice Commissario delegato per la tutela dei beni culturali danneggiati dalla crisi sismica in Umbria e successivamente ricoprirà lo stesso ruolo per la regione Marche. Nel 2001 diviene Presidente della Commissione di Garanzia del Progetto per la Sicurezza e Tutela del Patrimonio Culturale per conto del Ministero dei Beni Culturali. Del 2002 è la nomina a membro della VIII Sezione della Commissione Grandi Rischi del Dipartimento Protezione Civile e del 2009 quella a Vice Commissario delegato per la tutela dei beni culturali danneggiati dagli eventi sismici in Abruzzo.

Ha ricoperto la carica di Soprintendente regionale alle Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria e successivamente, dal 2004, quella di Direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio.

Dal 2006 prende parte come Commissario alla messa in sicurezza della Domus Aurea di Roma e nel 2008 alla progettazione preliminare per gli stessi lavori promossi dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma.

Nel 2011 è nuovamente nominato membro della Commissione Tecnico-Scientifica della Tenuta Presidenziale di Castel Porziano in rappresentanza del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

All’estero ha ricoperto il ruolo di membro della Commissione alla progettazione ed il ripristino del Museo di Bagdad, quello di progettista del nascente Centro di Restauro di Area Medio-Orientale del Cairo ed ha collaborato con le Ambasciate di Francia e di Germania in Italia.

Logo_GDA
alinari
archeo
archeomatica