Ledo Prado

Esperto di politiche per i beni e le attività culturali

Foto Prato

Formazione

1972Laurea in Giurisprudenza, conseguita presso l’Università “La Sapienza” di Roma

1973Laurea in Scienze e Tecniche dell’Opinione Pubblica, conseguita presso l’Università “Pro Deo”, oggi LUISS, di Roma

Esperienze e competenze

Esperto nelle politiche per i beni e le attività culturali. In qualità di Segretario Generale dell’Associazione Mecenate 90 ha svolto e svolge attività di consulenza in ambito giuridico-amministrativo per alcune delle più importanti città italiane (Roma, Torino, Firenze, Venezia, Milano ecc). Esperto di politiche di valorizzazione di beni culturali, ha svolto attività di analisi, applicazione e sviluppo di strumenti di programmazione per conto del Ministero per i Beni e le attività culturali, Città, Province e Regioni ed ha coordinato progetti nei settori della cultura e del turismo in ambito europeo. Ha maturato, inoltre, una ventennale esperienza relativa alla messa a punto ed alla sperimentazione di modelli innovativi per la gestione del patrimonio culturale di molte regioni italiane. Ha coordinato il progetto per la riapertura del Palexpo a Roma e del Palazzo Ducale a Genova e di altri importanti complessi monumentali in diverse città italiane. In collaborazione con la Fondazione Rosselli ha promosso il Manifesto “Italia, Paese della Cultura e della Bellezza”, sottoscritto da centinaia di uomini e donne della cultura, imprenditori, artisti, liberi professionisti. Fra l’altro, ha ideato e gestito: il Progetto Magnifico per la valorizzazione delle eccellenze dell’arte italiana con la collaborazione del Ministero dei beni culturali e del turismo e di Alitalia, Alpitour, Grandi Catene Alberghiere, Ferrovie dello Stato ed altri; il Progetto Alla scoperta del Tuo Paese, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero per i beni culturali, per lo sviluppo del turismo scolastico; il Progetto Trofeo della Lingua Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero degli Affari Esteri, per la conoscenza e diffusione della lingua italiana; il Progetto Trofeo della Giovane Musica italiana in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e Radio Italia, il Progetto La Tua città in primo piano in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e la New York Film Academy; il Progetto Eco_Luoghi, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dei beni culturali e del turismo per la promozione dell’architettura contemporanea in relazione con i paesaggi italiani. Ha promosso e coordinato il Concorso di idee Pro-muovere il futuro. Coordina il progetto Club dei giovani creativi italiani nel mondo, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio, Dipartimento per le politiche giovanili.

E’ esperto di aspetti giuridico/amministrativi legati alle problematiche relative alla programmazione territoriale, ai modelli di sviluppo sostenibile per la valorizzazione dei sistemi culturali e turistici, alla gestione di musei e istituzioni culturali. Ha coordinato e diretto numerosi studi e ricerche per le Pubbliche Amministrazioni.

Come Segretario Generale dell’Associazione delle Città d’Arte e di Cultura (CIDAC) promuove attività di scambio e confronto fra le città d’arte per la valorizzazione del patrimonio culturale nonché progetti per la promozione delle città d’arte nelle capitali europee, in particolare a Parigi e Berlino. Coordina con il GAI (Giovani Artisti Italiani) il progetto europeo “Gemine Muse” per la promozione, in 9 Paesi europei, della giovane arte contemporanea. Con la Facoltà di Architettura dell’Università di Venezia ha coordinato il progetto europeo “Le Piazze: patrimonio dell’Europa”, con il coinvolgimento delle città di Parigi, Barcellona, Roma, Firenze, Torino, Verona, Cracovia (Polonia) e Salonicco (Grecia). Ha ideato e gestito il Programma Italia 2019 in collaborazione con le città candiate a Capitale Europea della Cultura 2019. Ha curato i Rapporti sulle Città d’Arte Italiane.

Nella qualità di Segretario Generale della Fondazione per il patrimonio culturale delle città dell’Italia (in breve Fondazione CittàItalia) organizza campagne di found-raising per il restauro e la valorizzazione del patrimonio culturale delle città, promuovendo oltre 30 restauri di opere a rischio. Ha ideato e promosso Save Art in Italy Foundation nella città di New York allo scopo di raccogliere donazioni negli Stati Uniti per il restauro dei beni culturali dell’Italia.

Ha promosso l’Associazione per Pompei.

Ospite di numerose trasmissioni televisive della RAI Radio Televisione Italiana.

Ha curato le edizioni 2002 e 2003 del Premio Verga a Catania. Ha fatto parte di alcune Giurie per la assegnazione di importanti premi letterari.

Nel 2006, per la sezione Arte, è stato insignito del Premio Margutta.

Nel 2011 la rivista Monsieur gli ha attribuito il riconoscimento “Una vita per gli altri”

E’ membro di numerose commissioni ministeriali.

E’ membro dell’Associazione per l’Economia della Cultura.

E’ docente presso numerose Università nei Master e Corsi di specializzazione in marketing dei beni e delle attività culturali.

Logo_GDA
alinari
archeo
archeomatica