Anna Maria Reggiani

Archeologa - Già Direttore Generale delle Antichità e Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici per l’ Abruzzo

Carta Identità ( foto)

Già Direttore Generale delle Antichità e Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici per l’ Abruzzo presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Nata a Modena (Cavezzo), ma romana d’adozione e formazione, una laurea in archeologia conseguita all’Università di Roma, La Sapienza, ha proseguito i suoi studi in archeologia in Grecia presso la Scuola di Archeologia Italiana di Atene.
Ha iniziato la sua carriera con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (ora MiBACT) nel 1976 come Ispettore archeologo nella regione Lazio e in seguito a Roma. E’stata Soprintendente per i Beni Archeologici del Lazio dal 1993, nel 2004 ha assunto la carica di Direttore Generale delle Antichità e nel 2007 è stata nominata Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici per l’Abruzzo, carica che ha ricoperto fino al 2010. In questa veste, ha coordinato il lavoro dei vari uffici periferici del Ministero (monumenti, siti, musei, archivi nazionali e biblioteche), organizzando programmi di lavoro e di conservazione durante il terremoto del 6 aprile 2009.

Per la sua attività di soccorso le è stato assegnato il Premio Rotondi, nel settembre del 2010. Questo premio internazionale è assegnato ogni anno a coloro che, con la loro attività, hanno salvato importanti opere artistiche.
Durante la sua carriera presso il Ministero, è stata docente e giornalista iscritta all’albo professionale, collaborando con diverse pubblicazioni e riviste scientifiche. Ha scritto più di 200 articoli e monografie su argomenti che vanno dall’archeologia romana ai numerosi temi affrontati durante la lunga carriera. Ha anche diretto il Bollettino di Archeologia del MiBACT dal 2004 al 2007 e ha pubblicato articoli in internet.
Ha il titolo di Commendatore della Repubblica Italiana e del Regno di Spagna.
Ha fatto parte di comitati scientifici di mostre d’arte e manifestazioni in Italia e all’estero; ha anche preso parte ai negoziati per la restituzione dei beni archeologici illecitamente esportati all’estero.
Ha addestrato, istruito e migliorato le conoscenze e le competenze dei funzionari del MiBACT, insegnando gestione delle risorse culturali, nei corsi di formazione e aggiornamento.

In quanto, eminente ricercatrice è stata invitata come visiting professor presso l’Università G. D’Annunzio di Chieti – Pescara per l’insegnamento di “Legislazione dei Beni Culturali”.
Lingue parlate : inglese, spagnolo e francese.

 

Logo_GDA
alinari
archeo
archeomatica